Skip to Content

Monthly Archives: ottobre 2013

Presto accordo anti smog bacino padano

Al termine dell’incontro svoltosi il 24 ottobre 2013 a Palazzo Lombardia con le Regioni coinvolte (Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna) il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando annuncia l’Accordo di programma per le azioni per la qualità dell’aria nel bacino padano che verrà siglato entro 15 giorni. Il programma trova pieno consenso dal governatore lombardo, Roberto Maroni, secondo il quale ”è imprescindibile la necessità di operare su scala macroregionale”.

A firmare l’Accordo, oltre ai territori e alle Università, saranno anche tutta una serie di Ministeri: Ambiente, Sviluppo economico, Infrastrutture, Agricoltura e Salute.

Sulle azioni che saranno previste dal documento Orlando e Maroni non si sono sbilanciati, limitandosi a dire che ci saranno ”misure sulle emissioni in campo agricolo e civile, sulle politiche di trasporto e a sostegno di strumenti di monitoraggio dell’impatto dell’inquinamento sulla salute”. Anche se, nel corso del vertice, il ministro avrebbe caldeggiato l’idea di introdurre il pagamento dei veicoli in autostrada in basse alla classe inquinante del mezzo. Sulle risorse a disposizione, Orlando si è detto fiducioso sul fatto che ”si può fare ancora qualcosa nel percorso di conversione della legge di Stabilita” – oltre al ”piccolo spazio di manovra che deriva dall’allentamento del Patto di Stabilita” e alla possibilità di ”rimodulare i fondi strutturali del 2014”. Mentre per Maroni ”la soluzione più semplice è lasciare ai Comuni le risorse che hanno avanzato, non per la spesa corrente, ma per gli investimenti”. Risorse che per la sola Lombardia ammonterebbero a oltre 8 miliardi di euro.

READ MORE

Nuovo accordo verde tra Bolzano e la Russia

Il 2 ottobre 2013 Luis Durnwalder presidente della Giunta provinciale di Bolzano e Vladimir Jakunin presidente delle Ferrovie russe e del Centro Borodina hanno siglato un accordo “verde” con l’obiettivo di consolidare ulteriormente il proficuo rapporto commerciale avviato fra i due territori. La neo intesa verte a sviluppare uno dei comparti energetici oggi più innovativi: la produzione di idrogeno. Il vettore sarà infatti al centro di un triplo progetto di ricerca mirato a sperimentarne tutte le potenzialità e a cui ha preso parte anche l’Autostrada del Brennero con la realizzazione di nuove stazioni per il rifornimento lungo il proprio tracciato. L’attività di ricerca si svilupperà lungo 3 direttrici: l’utilizzo dell’idrogeno come carburante per veicoli, lo sviluppo di tecnologie che combinano idrogeno con carburanti fossili, la possibilità di immagazzinare grandi quantità di energia residua. “La collaborazione nella ricerca nella mobilità è molto interessante perché i tecnici russi sono già molto avanti nel settore e nello sviluppo di nuovi prototipi“, ha osservato Walter Huber, direttore dell’impianto pilota a Bolzano sud che avvierà la propria produzione nei primi mesi del 2014.

READ MORE

Questo Sito Web utilizza i cookie.Usando e navigando ulteriormente su questo Sito Web accetti la nostra privacy policy e i terms and conditions  Informazioni dettagliate sull'uso dei cookie su questo Sito Web sono disponibili facendo clic sulle impostazioni dei cookie. cookie settings .

×