Skip to Content

Monthly Archives: marzo 2018

Quale mobilità per quale futuro?

Si è svolta a Trento dal 16 al 18 Marzo, la Terza edizione della Green Week, che ormai rappresenta un punto di riferimento tra le manifestazioni dedicate all’economia sostenibile. L’edizione 2018 ha contato oltre 15 mila presenza, tra cui politici, imprenditori, manager, universitari e ricercatori.

Venerdì la Fondazione Bruno Kessler ha riunito attorno a un tavolo rappresentanti di aziende della mobilità, da Fiat Chrysler Automotives, Eni ed Enel, ad associazioni come H2IT e start up innovative come Green Energy Storage, per discutere di “Quale mobilità per quale futuro!”.

Durante questo evento si è parlato di combustibili alternativi e in particolare di idrogeno con l’intervento di Alberto Dossi, Presidente di H2IT, che ha ribadito gli ottimi risultati raggiunti col progetto mobilità idrogeno, l’evoluzione in atto all’interno dell’associazione e l’apertura verso lo sviluppo di nuove applicazioni idrogeno, non solo per la mobilità ma anche di tipo stazionario.

READ MORE

La più grande esposizione europea su idrogeno, celle a combustibile e batterie

Con oltre 200.000 visitatori e 600 espositori attesi, la Fiera di Hannover è diventata una delle fiere più importanti per la tecnologia industriale, riunendo i rappresentanti delle industrie provenienti da tutto il mondo.

Il gruppo espositivo su idrogeno, celle a combustibile e batterie è uno dei più grandi in Europa con oltre 150 espositori provenienti da 20 paesi e tratterà diversi argomenti:

  • Generazione di idrogeno (elettrolizzatori, reformer)
  • Stoccaggio e trasporto dell’idrogeno
  • Celle a combustibile, sistemi e applicazioni: per la mobilità e stazionarie
  • Componenti
  • Test delle celle a combustibile e delle batterie

 

Dal 23 al 27 aprile nella Hannover Messe, un evento imperdibile!

READ MORE

Nuova presidenza per H2IT- Associazione italiana per l’idrogeno e le celle a combustibile

Comunicato stampa, 16 marzo 2018

L’impegno delle industrie e degli enti di ricerca italiani nelle tecnologie e nell’utilizzo dell’idrogeno come vettore energetico chiave per lo sviluppo sostenibile.

Il Consiglio direttivo di H2it, nel corso dell’ultima seduta, ha eletto il nuovo Comitato di Presidenza, che è così formato:

  • Alberto Dossi: Presidente del Gruppo Sapio
  • Valter Alessandria: Business Development Director Alstom Italy
  • Luigi Crema: Responsabile della ricerca su sistemi energetici alla Fondazione Bruno Kessler

 

Ritengo che in questo momento storico – ha commentato Alberto Dossi dopo l’elezione – il ruolo dell’idrogeno come vettore energetico del futuro, applicabile per altro a molti settori industriali, stia assumendo un crescente interesse da parte di tutti i Paesi industrializzati del mondo, ormai decisamente impegnati verso una nuova era di decarbonizzazione delle economie. Di conseguenza anche il ruolo di associazioni come la nostra, da anni impegnata in un’opera di ricerca e sensibilizzazione su questi temi, deve crescere soprattutto nei confronti di quelle Istituzioni nazionali che sono chiamate a disegnare oggi lo sviluppo dell’Italia di domani”.

Con l’elezione dei nuovi vicepresidenti, Valter Alessandria di Alstom e Luigi Crema della Fondazione Bruno Kessler, H2it conferma anche la volontà di coinvolgere aziende chiave nel settore della mobilità sostenibile come Alstom, impegnata nello sviluppo dei treni a celle a combustibile alimentati a idrogeno, e con gli enti di ricerca come la Fondazione Kessler, interlocutori qualificati per il settore idrogeno e con lunga esperienza nei progetti europei.

Il cambio al vertice coincide inoltre con le prospettive di spinta e rinnovamento che riguardano l’energia sostenibile. Il 2018 sarà infatti un anno denso di attività per l’associazione, che si propone di creare le condizioni politiche e normative per lo sviluppo della mobilità idrogeno, nonché di promuovere il suo utilizzo attraverso la partecipazione pubblica e privata. Tutto questo offrendo da un lato al futuro Governo il supporto necessario alla definizione di un quadro normativo chiaro, in particolare e sensibilizzando Istituzioni e cittadini sull’importanza dell’idrogeno in un sistema energetico a zero emissioni; dall’altro supportando le aziende associate nel percorso di crescita e sviluppo verso un’economia dell’idrogeno in Italia e in Europa.

La direzione è affidata a Cristina Maggi, dipendente della Fast, Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, di cui H2ITè una delle 31 organizzazioni federate.

Comunicato Stampa H2it_16Marzo

READ MORE

Il Giappone punta sull’idrogeno – nasce Japan H2 Mobility

11 società tra cui i giganti delle case automobilistiche Toyota, Nissan e Honda, e compagnie che si occupano di infrastrutture tra cui Air Liquide Japan, hanno annunciato ieri la costituzione congiunta di “Japan H2 Mobility”, finalizzata allo sviluppo di una rete di stazioni per il rifornimento di idrogeno per veicoli a celle a combustibile in Giappone.
La JHyM punta a creare una rete di 160 centri di distribuzione dell’idrogeno entro il 2020 per servire 40000 veicoli a celle a combustibile e 900 stazioni per servire circa 800.000 veicoli, autobus e carrelli elevatori a idrogeno entro il 2030.

L’iniziativa, promossa dal governo a dicembre, vuole fare da moltiplicatore delle vetture a celle a combustibile alimentate a idrogeno dimostrando che il Giappone scommette fortemente sul diventare una “società dell’idrogeno”. Verso il 2020, il governo giapponese punta a dimezzare il costo della costruzione di una stazione di rifornimento di idrogeno, che attualmente risulta ben più elevato di quello di una stazione di benzina.

I membri di JHyM si impegnano a contribuire con capitali, a costruire le stazioni di idrogeno e a mantenerle operative. Le case automobilistiche si affideranno agli sviluppatori di infrastrutture per il funzionamento delle stazioni attraverso JHyM. Si prevede che gli investitori contribuiranno con mezzi finanziari al progressivo aumento delle stazioni di idrogeno in futuro sul suolo Giapponese.

READ MORE

Premio Sapio – L’idrogeno protagonista della mobilità sostenibile

Martedì 27 febbraio si è svolta la giornata di studio promossa dal Premio Sapio, progetto a sostegno della ricerca e dell’innovazione, dedicata a “Green economy, politiche energetiche ed economia circolare: lo stato dell’eco-innovazione in Italia”.

Invitati all’evento alcuni importanti protagonisti della mobilità sostenibile, oltre al Presidente di Sapio, nonché dell’Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile, Alberto Dossi, sono intervenuti; Raffele Tiscar, capo di gabinetto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Enrico Pisino, Presidente del Cluster Trasporti e Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Ferroviaria.

Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo che ricopre l’idrogeno nell’evoluzione verso una mobilità a zero emissioni. Alberto Dossi, descrivendo il progetto mobilità H2, ha sottolineato l’impegno dell’Associazione H2IT nel far inserire l’idrogeno tra i combustibili alternativi per alimentare il futuro parco auto italiano e Michele Viale, AD di Alstom Ferroviaria, ha presentato Coradia iLint, il nuovo treno regionale alimentato da celle a combustibile a idrogeno in Germania, che garantisce zero emissioni e un servizio passeggeri su reti non elettrificate, con la speranza che anche le regioni Italiane e le autorità seguano presto l’esempio tedesco.

READ MORE

Questo Sito Web utilizza i cookie.Usando e navigando ulteriormente su questo Sito Web accetti la nostra privacy policy e i terms and conditions  Informazioni dettagliate sull'uso dei cookie su questo Sito Web sono disponibili facendo clic sulle impostazioni dei cookie. cookie settings .

×