Skip to Content

Category Archives: H2IT in azione

Secondo apputamento webinar dedicato alla filiera dell’idrogeno: Trasporto, stoccaggio e logistica

ENERGIA DALL’IDROGENO

Infrastrutture e strumenti per la trasformazione sostenibile dell’Industria

H2IT – in collaborazione con  ANIMAAssolombarda, FAST ed EEN – organizza 5 webinar gratuiti  dedicati alla filiera dell’idrogeno.

Si tratta di 5 appuntamenti dedicati, nei quali le voci dell’industria e della ricerca protagoniste dello sviluppo del settore in Italia, illustreranno come si sta delineando la filiera dell’idrogeno e quali sono le opportunità di mercato per il nostro Paese.

Secondo Appuntamento

# Trasporto, stoccaggio e handling

14 maggio 2020 | ore 10.30 – 12.00

Panoramica sulle modalità di trasporto dell’idrogeno e sui sistemi di stoccaggio, dai più classici ai più innovativi, con approfondimenti sulla normativa e sugli aspetti legati alla sicurezza.

  • Pietro Torretta – Presidente UNI
  • Marcello Baricco, Professore ordinario – Università di Torino Panoramica sulle tecnologie per la logistica dell’idrogeno

  • Cecilia Fouvry-Renzi, H2 Transformation Project Director – Air Liquide Trasporto su strada  e Infrastrutture di rifornimento

  • Dina Lanzi –  Head of Technical Hydrogen – Snam Trasporto nella rete gas

  • Cristiano Fiameni – Direttore Tecnico CIG Comitato Italiano Gas L’idrogeno in rete, stato dell’arte della normativa

  • Stefano Capponi – Business Development – Tenaris Modalità di stoccaggio
  • Luigi Capobianco – Vigile del Fuoco Uso dell’idrogeno e prevenzione dei rischi

Iscriviti subito 

Per vedere il calendario dei prossimi webinar, clicca qui

La partecipazione ai webinar è a numero chiuso e gratuita, previa iscrizione online.
Per ragioni tecniche della piattaforma, occorre effettuare una registrazione per ciascun appuntamento di interesse.

È necessario iscriversi entro il giorno precedente ed è opportuno verificare i seguenti requisiti: una connessione internet veloce (ADSL), un browser aggiornato e una connessione audio-video.

Vi aspettiamo numerosissimi!

READ MORE

Primo apputamento webinar dedicato alla filiera dell’idrogeno: La produzione

ENERGIA DALL’IDROGENO

Infrastrutture e strumenti per la trasformazione sostenibile dell’Industria

H2IT – in collaborazione con  ANIMAAssolombarda, FAST ed EEN – organizza 5 webinar gratuiti  dedicati alla filiera dell’idrogeno.

Si tratta di 5 appuntamenti dedicati, nei quali le voci dell’industria e della ricerca protagoniste dello sviluppo del settore in Italia, illustreranno come si sta delineando la filiera dell’idrogeno e quali sono le opportunità di mercato per il nostro Paese.

Primo Appuntamento

# LA PRODUZIONE DI IDROGENO

14 maggio 2020 | ore 10.30 – 12.00

Panoramica sullo sviluppo del mercato delle tecnologie idrogeno con focus sulle modalità di produzione dell’idrogeno: stato dell’arte e prospettive.

  • Alberto Dossi – Presidente H2IT, Presidente gruppo Sapio
  • Stefano Campanari, Professore ordinario – Politecnico di Milano Panoramica sullo sviluppo e sul mercato delle tecnologie idrogeno

  • Mauro Senili, Responsabile dipartimento “Hydrogen, Fuel cell, On site chemical plants – SOL Produzione idrogeno stato dell’arte e prospettive

  • Diana De Rosmini, Sales Manager Southern Europe – McPhy Energy Tecnologie per la produzione di idrogeno da rinnovabili

  • Valerio Coppini, Vice Presidente Business Development NextChem Altre modalità di produzione dell’idrogeno

  • Paola Comotti, Innovhub SSI e Presidente Commissione UNI “Idrogeno” Normativa tecnica dell’idrogeno nei sistemi energetici

  • Mario Sisinni, Market Analyst – Strategia di Sistema – TERNA Sector coupling e scenari di sistema

Iscriviti subito 

Per vedere il calendario dei prossimi webinar, clicca qui

La partecipazione ai webinar è a numero chiuso e gratuita, previa iscrizione online.
Per ragioni tecniche della piattaforma, occorre effettuare una registrazione per ciascun appuntamento di interesse.

È necessario iscriversi entro il giorno precedente ed è opportuno verificare i seguenti requisiti: una connessione internet veloce (ADSL), un browser aggiornato e una connessione audio-video.

Vi aspettiamo numerosissimi!

READ MORE

5 appuntamenti webinar dedicati alla filiera dell’idrogeno

ENERGIA DALL’IDROGENO

Infrastrutture e strumenti per la trasformazione sostenibile dell’Industria

H2IT – in collaborazione con ANIMAAssolombarda, FAST ed EEN – organizza 5 webinar gratuiti  dedicati alla filiera dell’idrogeno.

Il quadro europeo rivisto con il Green Deal definisce l’idrogeno un’area primaria di intervento e gli attribuisce un ruolo chiave nel raggiungimento di un’energia pulita, sicura e a basso prezzo in Europa. Nel quadro industriale italiano sono già presenti stakeholder con esperienza e competenze, che svolgono un ruolo importante nell’apertura del mercato per le applicazioni dell’idrogeno oltre a PMI e start-up innovative impegnate nello sviluppo dei modelli di business.

L’iniziativa nasce in questo contesto in rapida evoluzione, con l’obiettivo di fornire un quadro sulle prospettive di sviluppo della catena del valore dell’idrogeno: dalla sua produzione, passando per la gestione, aspetti di sicurezza, logistica e trasporto, fino agli usi finali per la mobilità, nell’industria e nel settore residenziale.

Si tratta di 5 appuntamenti dedicati, nei quali le voci dell’industria e della ricerca protagoniste dello sviluppo del settore in Italia, illustreranno come si sta delineando la filiera dell’idrogeno e quali sono le opportunità di mercato per il nostro Paese.

Primo Appuntamento

# LA PRODUZIONE DI IDROGENO

 14 maggio 2020 | ore 10.30 – 12.00

Panoramica sullo sviluppo del mercato delle tecnologie idrogeno con focus sulle modalità di produzione dell’idrogeno: stato dell’arte e prospettive.

Iscriviti subito 

# TRASPORTO, STOCCAGGIO E HANDLING DELL’IDROGENO

 28 maggio 2020 | ore 10.30 – 12.00

Iscriviti subito 

# DECARBONIZZAZIONE DEGLI USI INDUSTRIALI

 11 giugno  2020 | ore 10.30 – 12.00

Iscriviti subito 

# APPLICAZIONI STAZIONARIE E SUPPLY CHAIN

 25 giugno 2020 | ore 10.30 – 12.00

Iscriviti subito 

# L’IDROGENO PER LA MOBILITA’ DI MERCI E PERSONE

 9 luglio 2020 | ore 10.30 – 12.00

Iscriviti subito 
COME PARTECIPARE

La partecipazione ai webinar è a numero chiuso e gratuita, previa iscrizione online.
Per ragioni tecniche della piattaforma, occorre effettuare una registrazione per ciascun appuntamento di interesse.

È necessario iscriversi entro il giorno precedente ed è opportuno verificare i seguenti requisiti: una connessione internet veloce (ADSL), un browser aggiornato e una connessione audio-video.

Vi aspettiamo numerosissimi!
READ MORE

Intervista ad Alberto Dossi – Presidente H2IT

Alberto Dossi, Presidente di H2IT intervistato da Pierluigi Bonora, spiega gli obiettivi dell’Associazione e le attività in corso, confermando che H2IT non si ferma, anche se per via telematica, e continua la sua azione di promozione del vettore energetico del futuro. In relazione alla situazione di emergenza che caratterizza questo periodo, ricorda che sono di primaria importanza la difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini, e che Sapio è impegnata su entrambi i fronti.

Ecco il video dell’intervista

READ MORE

Eletto il nuovo Consiglio direttivo di H2IT

L’Assemblea di H2IT, Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile, rinnova il Consiglio direttivo per il triennio 2020-2022: confermati il Presidente Alberto Dossi – Sapio e i due Vicepresidenti Valter Alessandria – Alstom Ferroviaria e Luigi Crema – Fondazione Bruno Kessler. Il terzo Vicepresidente è Dina Lanzi di Snam.

 Nel corso della seduta del 28 gennaio 2020, l’Assemblea di H2IT ha eletto il nuovo Consiglio direttivo. Alberto Dossi – Presidente del Gruppo Sapio – viene riconfermato alla guida dell’Associazione così come anche i due Vicepresidenti – Valter Alessandria di Alstom Ferroviaria e Luigi Crema della Fondazione Bruno Kessler. Crema assume anche la carica di Presidente del Comitato scientifico. Si unisce alla squadra del Comitato di presidenza, Dina Lanzi di Snam – nominata Vicepresidente dal nuovo Consiglio Direttivo.

Vengono riconfermati consiglieri: Stefano Capponi – Tenaris, Alessio Cogliati – Linde, Davide Damosso – Environment Park, Angelo Moreno – ATENA e Alberto Tancini – Sol. Entrano a far parte del Consiglio: Paolo Ferrero – Landi Renzo, Michele Gubert – Solid Power, Giulia Monteleone – ENEA e Massimo Santori – IVECO.

Confermata alla direzione Cristina Maggi, dipendente della Fast, Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche, di cui H2IT è una delle 30 organizzazioni federate.

Tra continuità e novità H2IT guarda al futuro: l’idrogeno sta vivendo un momento di positiva attività a livello internazionale e nazionale quale elemento strategico per il processo di decarbonizzazione dei sistemi energetici e rappresenta un’opportunità di sviluppo industriale e occupazionale.

H2IT ha attivato dialoghi e collaborazioni su più fronti; ha incoraggiato la partecipazione delle imprese a tavoli di lavoro tematici, con il coinvolgimento di enti pubblici – nazionali e regionali-sviluppando iniziative di informazione e d’intesa con il decisore politico e ha dato supporto tecnico e strategico alle iniziative lanciate dal governo.

Gli organismi nazionali e regionali sono diventati più sensibili e interessati all’argomento; finalmente comprendono che l’idrogeno può svolgere un ruolo strategico nella decarbonizzazione dei sistemi energetici e che questo settore rappresenta un’opportunità di sviluppo industriale e occupazionale.

Con l’elezione del nuovo Consiglio direttivo, H2IT vuole dare un segnale di impegno importante su più fronti con particolare attenzione a tutta la catena del valore dalla produzione, alla logistica e agli usi finali; industria, mobilità e settore residenziale.

Nel 2020 H2IT intende continuare ad aggregare competenze, rappresentare sempre di più la filiera industriale e il mondo della ricerca, fare da ponte tra il settore idrogeno ormai pronto a investire e le istituzioni e promuovere il ruolo dell’Italia e le sue eccellenze in Europa.

L’attivazione del Comitato scientifico, organo tecnico a supporto del Consiglio direttivo, evidenzia la forte collaborazione tra industria e ricerca, che H2IT ritiene irrinunciabile per lo sviluppo del settore.

“Con grande entusiasmo ho accettato la carica di Presidente di H2IT per un altro mandato. Ringrazio tutti per la fiducia accordatami e nell’ottica della continuità continuerò a dare il mio contributo all’Associazione affinché l’idrogeno, che sta attraversando un momento importante sia a livello Nazionale che Internazionale, si affermi come un vettore pulito per la decarbonizzazione del nostro pianeta. Lavorerò affinché si creino sempre più le condizioni e le opportunità per le aziende associate e per il nostro Paese di promuovere l’utilizzo dell’idrogeno nell’interesse di tutti. Grazie” Alberto Dossi

“Sono lieto di poter continuare il lavoro svolto all’interno dell’Associazione H2IT per sviluppare insieme le potenzialità dell’idrogeno quale importante mezzo per raggiungere il comune ambizioso obiettivo in Italia come in Europa di decarbonizzazione. La tecnologia dell’idrogeno mostra nuove vie per una mobilità senza CO2 in una catena energetica sostenibile e de-fossilizzata, soprattutto in settori come l’ingegneria ferroviaria e il trasporto di merci pesanti, la realizzazione di progetti concreti sul nostro territorio ne sarà la dimostrazione” Valter Alessandria

“L’impegno personale per la crescita di H2IT sarà massimo, in linea con quanto svolto nel mandato precedente. Supporterò l’Associazione promuovendo il lavoro dei gruppi sulle priorità nazionali e sostenendo il supporto alla ricerca nazionale sull’idrogeno. Il momento rappresenta una grande opportunità per il settore e richiede la necessità di rimanere uniti e attivi”. Luigi Crema

“E’ un onore per me condividere con i Vicepresidenti Crema ed Alessandria questa carica. L’idrogeno sta vivendo un momento di grande visibilità e oggi più che mai è il momento di approcciare il tema in maniera sistemica per promuovere efficacemente questo vettore energetico come elemento chiave per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione. Il mio proposito è quello di portare avanti le attività necessarie per rimuovere velocemente e lungo tutta la filiera quelle barriere che potrebbero frenarne il naturale sviluppo o limitarne le potenzialità.” Dina Lanzi

segreteria@h2it.it

www.h2it.it

READ MORE

H2IT pubblica il Piano Nazionale di Sviluppo Mobilità Idrogeno Italia

Piano Nazionale di Sviluppo Mobilità Idrogeno Italia

H2IT – Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile pubblica il “Piano Nazionale di Sviluppo Mobilità Idrogeno Italia” che delinea le potenzialità di sviluppo dell’infrastruttura di rifornimento idrogeno sul territorio nazionale e le azioni necessarie per la sua realizzazione.

H2IT nel 2016 ha contribuito alla realizzazione del Piano Strategico per lo sviluppo dell’infrastruttura per il combustibile alternativo idrogeno (D.lgs 257 del 16/12/2016, Allegato III “Quadro Strategico Nazionale, Sezione b, Fornitura d’Idrogeno per il trasporto stradale”).

In vista di un aggiornamento del Quadro Strategico Nazionale previsto dal decreto, H2IT ha lanciato una serie di tavoli di lavoro all’interno della MISSION TRASPORTO, con l’obiettivo finale di aggiornare Il documento elaborato nel 2016 in tutte le sue sezioni e ampliarlo aggiungendo agli scenari di sviluppo della mobilità elettrica a celle a combustibile per auto e bus, quelli del trasporto ferroviario, del trasporto pesante, della movimentazione materiali e del trasporto marittimo, ritenute rilevanti e abilitanti per il settore dell’idrogeno.

Hanno partecipato ai tavoli di lavoro per l’elaborazione del Piano, i principali stakeholders dei rispettivi settori della mobilità, per un totale di 38 enti tra imprese centri di ricerca.

La definizione degli obiettivi nazionali per lo sviluppo della Mobilità Idrogeno in Italia, elaborati nel “Piano Nazionale di Sviluppo”, è basata su criteri specifici e su una modellazione analitica di dettaglio estesa fino al 31/12/2050, prendendo in considerazione i seguenti aspetti:

  • obiettivi ambientali per la riduzione dei gas serra e delle emissioni inquinanti;
  • futura flotta di mezzi a propulsione alternativa attesi per diversi orizzonti temporali e stima della domanda futura di idrogeno
  • produzione dell’idrogeno e implementazione di un’infrastruttura adeguata per favorire lo sviluppo della mobilità alternativa.

 

Riassumendo le principali conclusioni del piano, si prevede che lo scenario di vendita in Italia possa essere il seguente:

  • Si prevede che lo scenario di vendita in Italia delle autovetture FCEV possa raggiungere uno stock pari a circa 27.000 unità entro il 2025
  • Per gli autobus, si vuole raggiungere uno stock di circa 1.100 unità al 2025;
  • Per la mobilità pesante si prevede di raggiungere uno stock veicoli di poco meno di 2000 unità per il 2030 e una sostituzione del 29 % del parco circolante per il 2050 (circa 50.000 unità);
  • Lo scenario del trasporto passeggeri nel settore ferroviario prevede un’implementazione del vettore idrogeno in circa 20 unità al 2025, per arrivare ad una sostituzione di 100 locomotori diesel su tratte non elettrificate entro il 2050;
  • Per quanto riguarda il mercato dei mezzi atti alla movimentazione di materiali, si prevede un inserimento graduale dei sistemi a celle a combustibile nel mercato, con uno stock mezzi di 2.750 unità al 2030 nello scenario più conservativo;
  • Infine, all’interno della mobilità marittima, non si è voluto sviluppare alcuno scenario, data l’enorme varietà e tipologia di mezzi oltre che la bassa maturità in questo settore. Tuttavia, vengono proposte alcune azioni per identificare scenari applicativi reali anche in campo marittimo.

Il Piano Nazionale di sviluppo mobilità idrogeno Italia è pubblico e scaricabile al seguente link;

Per informazioni e approfondimenti contattare segreteria@h2it.it oppure i coordinatori dei tavoli per le specifiche mobilità.

Piano Nazionale_Mobilita Idrogeno_integrale_2019_FINALE

READ MORE

Call to action! – Consultazione Pubblica sul Futuro dell’iniziativa Pubblico Privata dedicata all’idrogeno

H2IT chiama all’azione tutti gli stakeholder del settore idrogeno, aziende, istituti e non solo, anche privati cittadini per promuovere un’azione collettiva di altissima importanza e priorità strategica,

La Commissione Europea ha aperto una consultazione pubblica relativa alle iniziative pubblico private attivabili nel prossimo programma quadro Europeo, Horizon Europe (2021-2027).

https://ec.europa.eu/info/law/better-regulation/initiatives/ares-2019-4972390/public-consultation_en

La vostra opinione in questa consultazione determinerà il futuro del programma europeo sull’idrogeno. Più la partecipazione sarà ampia più possiamo assicurare un seguito ai finanziamenti dedicati all’idrogeno fino al 2030 in Europa. La partecipazione  come azienda o ente di ricerca, e parallelamente quella di ogni singolo membro dello staff dell’azienda stessa o istituto contribuirà a fare massa critica. Tra gli obiettivi più importanti da raggiungere è l’attivazione della partnership Pubblico Private (IPPP) su Clean Hydrogen.

Per avere la massima risonanza e quindi la massima adesione, si consigliano alcune azioni:

  • far girare il messaggio a tutti i membri dello staff delle vostre aziende dal più alto livello possibile (CEO, Dirigenti/Direttori, Presidenti), per massimizzare l’adesione individuale alla consultazione
  • mandare la risposta alla consultazione anche come aziende/istituzioni, oltre che come individui
  • coinvolgere possibilmente anche privati cittadini/conoscenti: è una consultazione pubblica a cui possono aderire tutti i cittadini della Commissione Europea. Ogni singolo contributo può essere importante

 

La vostra risposta è molto urgente in quanto la finestra per la compilazione è di 8 settimane (fino alla prima settimana di novembre).

Per ulteriori informazioni sulla consultazione, scrivere a segreteria@h2it.it

Grazie a tutti coloro che daranno il proprio contributo e divulgheranno questo messaggio.

 

READ MORE

Al via la MISSION TRASPORTO di H2IT

Lunedì 8 luglio si è svolto il primo incontro dei tavoli di lavoro Trasporto lanciati da H2IT lo scorso 17 maggio;

più di 40 rappresentanti di aziende ed enti di ricerca coinvolti nel settore della mobilità idrogeno hanno partecipato attivamente al fine di avviare un percorso partecipato e condiviso che ha come obiettivo finale quello di aggiornare e ampliare a diverse tipologie di trasporto il Piano Mobilità Idrogeno redatto da H2IT nel 2016, includendo anche un piano attuativo di sviluppo dell’infrastruttura.

Quest’anno è previsto l’aggiornamento del Decreto legislativo che disciplina l’attuazione della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo, sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi, detta anche DAFI. Durante il 2015, H2IT ha redatto il Piano Strategico Nazionale sulla Mobilità ad Idrogeno, poi inserito nel Decreto di recepimento della DAFI, 257 del 16/12/2016 Allegato III “Quadro Strategico Nazionale, Sezione b, Fornitura d’Idrogeno per il trasporto stradale”.

Per questo sono attivi 5 gruppi di lavoro che stanno lavorando parallelamente e in maniera sinergica a 5 diversi aspetti di aggiornamento del Piano; il primo gruppo si occuperà dell’aggiornamento dei numeri contenuti negli scenari MH2IT e della trasformazione da piano strategico a piano attuativo, gli altri quattro gruppi di lavoro lavoreranno invece sullo sviluppo specifico di quattro tipologie di Trasporto: ferroviario, marittimo, pesante e movimentazione di materiali, in estensione all’attuale Piano Strategico Nazionale Idrogeno.

L’idrogeno avrà un ruolo chiave nella transizione energetica verso un sistema integrato, flessibile ed energeticamente efficiente. Un vettore energetico che può contribuire in maniera significativa al raggiungimento degli obiettivi di riduzione di emissioni in molteplici settori, nella transizione energetica di città e comuni, nel raggiungimento di una mobilità a zero emissioni e nell’ottimizzazione e integrazione delle rinnovabili.

L’Associazione promuove lo sviluppo di progetti basati su un interesse comune dell’Industria, nei confronti delle organizzazioni nazionali, sovranazionali e internazionali. L’Associazione con rigore, non pone e non porrà in essere, così come non affronterà, tematiche e più in generale attività che possano limitare o influenzare le dinamiche di una sana concorrenza. Non saranno pertanto oggetto degli incontri associativi argomenti che possano generare distorsioni o violazioni della normativa in tema di concorrenza e delle norme a tale tematica collegate e connesse: per tali motivi l’operato associativo è improntato al rispetto delle normative a tutela della concorrenza.L’Associazione promuove lo sviluppo di progetti basati su un interesse comune dell’Industria, nei confronti delle organizzazioni nazionali, sovranazionali e internazionali. L’Associazione con rigore, non pone e non porrà in essere, così come non affronterà, tematiche e più in generale attività che possano limitare o influenzare le dinamiche di una sana concorrenza. Non saranno pertanto oggetto degli incontri associativi argomenti che possano generare distorsioni o violazioni della normativa in tema di concorrenza e delle norme a tale tematica collegate e connesse: per tali motivi l’operato associativo è improntato al rispetto delle normative a tutela della concorrenza.

READ MORE

H2IT in azione: al via i tavoli di lavoro

Il sistema energetico italiano sta subendo forti cambiamenti in risposta soprattutto alla necessità di decarbonizzare profondamente tutti i settori dell’energia; quello industriale, residenziale e dei trasporti. H2IT crede fermamente che l’idrogeno in quanto vettore energetico flessibile giocherà un ruolo fondamentale in questa partita e sarà protagonista di questa transizione in tutti i settori energetici, permettendo anche l’interconnessione tra di essi, in un’ottica di efficienza, sicurezza degli approvvigionamenti e competitività.

H2IT si è posta l’obiettivo per il 2019, di declinare le intenzioni in azioni concrete, che daranno una spinta al settore creando le condizioni per lo sviluppo delle tecnologie dell’idrogeno e del mercato, facilitando le industrie e gli enti di ricerca a incrementare le loro attività nel settore e a diventare più competitive.

Lo strumento scelto per raggiungere gli obiettivi è quello di istituire dei tavoli di lavoro per ognuna delle Mission individuate, attraverso i quali enti e aziende partecipanti potranno collaborare ognuna con le proprie competenze, per elaborare una serie di azioni concrete.

Tre le principali Mission:

Mission IPCEI

Elaborare un Position Paper sulla filiera italiana del settore idrogeno e celle a combustibile, per sviluppare un possibile schema d’ingresso nel progetto IPCEI legato alla ‘strategic value chain’ (SVC) “hydrogen technologies and systems”.

Mission TRASPORTO:

Aggiornare e ampliare a diverse tipologie di trasporto (Ferroviario, Marittimo, Pesante, Movimentazione di materiali) il Piano Mobilità Idrogeno redatto da H2IT nel 2016, trasformarlo in piano attuativo e collaborare con i Ministeri competenti (MISE, MIT, MinAMB) affinché venga inserito nell’aggiornamento della DAFI programmato il 18 novembre 2019.

Mission ENERGIA:

Individuare le barriere al mercato e le criticità del settore in diversi ambiti applicativi: Produzione, Distribuzione, Trasporto, stoccaggio e usi finali (Industria, Domestico, Feedstock) e le soluzioni per abbatterle.

Per avere ulteriori informazioni contattare segreteria@h2it.it

L’Associazione promuove lo sviluppo di progetti basati su un interesse comune dell’Industria, nei confronti delle organizzazioni nazionali, sovranazionali e internazionali. L’Associazione con rigore, non pone e non porrà in essere, così come non affronterà, tematiche e più in generale attività che possano limitare o influenzare le dinamiche di una sana concorrenza. Non saranno pertanto oggetto degli incontri associativi argomenti che possano generare distorsioni o violazioni della normativa in tema di concorrenza e delle norme a tale tematica collegate e connesse: per tali motivi l’operato associativo è improntato al rispetto delle normative a tutela della concorrenza.

READ MORE

E-Parade, L’ENEA c’è, e con una bici a idrogeno

In occasione della Gran Premio di Formula E che si è tenuto a Roma il 13 aprile, Enea ha partecipato con una bicicletta elettrica “a idrogeno” alla E-Parade dei mezzi ecologici a 2, 3 o 4 ruote che si è svolta il giorno prima.

La E-Bike H2FC dell’Enea è un prototipo a ricarica ibrida a zero emissioni, che integra la batteria del motore elettrico con una cella a combustibile da 100 watt alimentata a idrogeno posta nel bauletto del mezzo.
Il motore da 250 watt può raggiungere una velocità di 25 km/h con un’autonomia fino a 100 km, doppia rispetto a una comune bici elettrica, grazie a una piccola bombola di riserva di idrogeno a bassa pressione in grado di garantire il rifornimento in 5
minuti. Con una seconda bombola della stessa capacità (20-30 grammi) potrebbe raggiungere una autonomia di 150 km.

Il mezzo ha evidenti vantaggi in termini di performance e autonomia grazie alla possibilità di ricaricare la cella a
combustibile con la bombola di idrogeno di scorta anche durante il percorso stradale.
È stata realizzata in collaborazione con Atena, il Distretto di Alta Tecnologia nei settori dell’ambiente e dell’energia che riunisce imprese, università ed enti di ricerca per lo sviluppo sostenibile, tra cui Enea.

READ MORE

Questo Sito Web utilizza i cookie.Usando e navigando ulteriormente su questo Sito Web accetti la nostra privacy policy e i terms and conditions  Informazioni dettagliate sull'uso dei cookie su questo Sito Web sono disponibili facendo clic sulle impostazioni dei cookie. cookie settings .

×